Cartolina

Un albero,
l’olmo.
Frondoso e ampio,
nero di luce.
Tralci devoti,
barbagli di sole,
ombra piana.
E un abbraccio
caldo
per riposare.

Un pianto di resina
sul tronco chiaro,
come un rivolo di sangue.
Odore di pane,
e di terra bagnata,
di sterpaglie riarse,
e dell’urlo del mare,
carezzano
i sensi appuntiti.

Un fiato di foglie,
franto sul labbro dell’altro.
Il bacio piccolo,
curvo. Sognato
dal centro del tronco.

Vergato sulla corteccia,
dall’intimità senza imbarazzo,
un ghirigoro di dita.

Vibra di fronde,
d’inchiostro,
di suoni ingoiati,
e di lettere di cui innamorarsi,
l’amore, nostro,
che non parla.

Un Commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...